Pane carasau

Tradizionali sfoglie sottili e rotonde di pane biscottato, note col nome di "carta da musica". Un pane la cui origine si perde nella notte dei tempi, fatto per durare mesi, adatto per lunghi viaggi. Un pane ben noto tra le popolazioni medio-orientali, la cui lavorazione laboriosa, quasi rituale, ancora si esegue come migliaia di anni fa. Ottimo anche nella versione “gucciàu”, ossia ripassato in forno con olio extravergine di oliva di Oliena e sale. Dal pane Carasau si fa uno e i piatti più tipici e antichi del paese “su pane Frattau”.

Ricetta del “Pane frattau”
Far bollire un po' di acqua con sale, immergere per qualche secondo due o tre pezzi di pane carasau, dopo averli scolati bene, disporli su un piatto piano e quindi condirli con sugo di pomodoro (possibilmente caldo) e formaggio grattugiato (possibilmente pecorino) continuare lo stesso procedimento con altri strati di pane.
A piacere si può aggiungere un uovo in camicia preparato al momento, depositandolo al centro del piatto sopra gli strati di pane, sugo e formaggio. Per ottenere l´uovo in camicia, rompete un uovo per metterlo in acqua bollente per circa 3 minuti; quindi estraete l'uovo facendo attenzione a non romperlo.

Sfoglia la galleria fotografica

Data di ultima modifica: 09/02/2017


Visualizza in modalità Desktop