Ufficio Tributi

Area Amministrativa e Tributaria
Responsabile d'Area: Dott.ssa Mariantonia Pira (pira.mariantonia@comune.oliena.nu.it; tributi@comune.oliena.nu.it;)


Orario di apertura dell'ufficio al pubblico

 
Lunedì
Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì
MATTINA -   08:30 - 11:00 11:00 - 13:00 -
POMERIGGIO 15:30 - 17:30 - -    

 

 

Tributi

Responsabile del Procedimento: Marcella Boi
Telefono: 0784 280 227
E-mail: boi.marcella@comune.oliena.nu.it

 


UFFICIO TRIBUTI

L'Ufficio Tributi ha la finalità di assicurare la corretta applicazione dei tributi comunali ( IMU -TARI- I.C.P. e D.P.A.)

A tal fine:

  • provvede agli adempimenti connessi con la gestione delle entrate comunali, attraverso le fasi di acquisizione delle denunce, di accertamento      dell'imponibile, di definizione della liquidazione dei tributi e di formazione dei ruoli esattoriali.
  • Provvede alla predisposizione degli atti relativi a sgravi e rimborsi di quote inesigibili o indebite, cura il contenzioso tributario.
  • Svolge attività di studio e ricerca in ordine alla fiscalità locale, di elaborazione delle informazioni e di riscontro della capacità contributiva.  
  • Svolge attività di supporto alla cittadinanza per il calcolo degli importi dovuti relativamente ai tributi comunali gestiti, nonché per la corretta compilazione delle denunce obbligatorie.

IMU

L’IMU, a partire dal 2012, ha sostituito l’imposta comunale sugli immobili (ICI) e, per la componente immobiliare, l’IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali dovute in riferimento ai redditi fondiari concernenti gli immobili non locati, salvo per quanto riguarda il reddito degli immobili ad uso abitativo non locati situati nello stesso comune nel quale si trova l'immobile adibito ad abitazione principale, i quali, oltre ad essere assoggettati all’IMU, concorrono alla formazione della base imponibile dell’IRPEF e delle relative addizionali nella misura del cinquanta per cento.

La legge n. 147 del 2013 (legge di stabilità per il 2014) ha individuato l’IMU quale imposta facente parte, insieme alla TASI e alla TARI, della IUC.

Il presupposto dell’IMU è il possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli.

L’IMU deve essere versata in due rate. La prima deve essere corrisposta entro il 16 giugno di ciascun anno sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente. La seconda, a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata, deve essere versata entro il 16 dicembre sulla base degli atti pubblicati sul sito www.finanze.gov.it alla data del 28 ottobre di ciascun anno d’imposta. In caso di mancata pubblicazione entro il termine del 28 ottobre, si applicano gli atti adottati per l’anno precedente. E’, inoltre, possibile effettuare il pagamento in unica soluzione entro il 16 giugno dell’anno di riferimento.

Normativa: 

  • D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 - Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici
    • art. 13 (Anticipazione sperimentale dell'imposta municipale propria)
  • D Lgs. 14 marzo 2011 n. 23 Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale
    • art. 8 (Imposta municipale propria)
    • art. 9 (Applicazione dell'imposta municipale propria)
    • art. 14 (Ambito di applicazione del decreto legislativo, regolazioni finanziarie e norme transitorie)
  • D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504 - Riordino della finanza degli enti territoriali, a norma dell'articolo 4 della legge 23 ottobre 1992, n. 42 
  • Calcolo IMU on-line
  • Modulistica 

 

TARI 

Normativa: Legge 27 dicembre 2013, n. 147 - art. 1 commi da 639 a 736

La tassa sui rifiuti (TARI) è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi.

La TARI (tassa rifiuti) sostituisce, a decorrere dal 1° gennaio 2014, i preesistenti tributi dovuti al Comune dai cittadini, enti ed aziende quale pagamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, noti con l'acronimo di TARSU, e successivamente di TIA e di TARES. 

Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di locali o di aree scoperte operative suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono, invece, escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, nonché le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.

La TARI è dovuta da chiunque possieda o detenga il locale o l’area e, quindi, dal soggetto utilizzatore dell’immobile. In caso di detenzione breve dell’immobile, di durata non superiore a sei mesi, invece, la tassa non è dovuta dall’utilizzatore ma resta esclusivamente in capo al possessore (proprietario o titolare di usufrutto, uso, abitazione o superficie). In caso di pluralità di utilizzatori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

Il tributo è corrisposto in base a tariffa riferita all’anno solare e commisurata tenendo conto dei criteri determinati dal “metodo normalizzato” di cui al D.P.R. n. 158 del 1999. In alternativa a tale metodo, il comune, nel rispetto del principio comunitario “chi inquina paga”, può ripartire i costi tenendo conto delle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio sui rifiuti.

Le tariffe della TARI devono assicurare, in ogni caso, la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Esse sono determinate con delibera del Consiglio comunale sulla base dei costi individuati e classificati nel piano finanziario, redatto dal soggetto che svolge il servizio e approvato dallo stesso Consiglio.

Le scadenze di pagamento della TARI sono determinate dal Comune con delibera del Consiglio Comunale.

ATTENZIONE: è obbligatorio denunciare l'occupazione di nuovi locali entro il 31 gennaio dell'anno successivo.

Modulistica

La modulistica relativa all'ufficio Tributi è scaricabile al seguente link:

 

 

 

 

 

Data di ultima modifica: 22/10/2019

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto